Una sera, una sera de note, do gobeti xe dava le bote, do gobeti xe dava le bote ….se sté ziti ve digo el perché…………..
Ma perché Fara Vicentino e San Giorgio di Perlena (che è sua frazione) si comportavano come i gobeti della canzone in dialetto veneto sopracitata?
Questo è l’annoso dilemma che si sono posti due giovani papà del comune di Fara, e precisamente Enrico Manzardo e Piergiorgio Bonato, che avevano in comune una semplice cosa: il figlio con la passione del pallone.
Visto che l’attività calcistica giovanile nei due paesi era praticamente decaduta (resisteva solo ancora una squadra di giovanissimi a Fara mentre a S.Giorgio il calcio giovanile era stato debellato da più di 10 anni) hanno pensato di riunire sotto un’unica società tutti gli appassionati del pallone del comune.


Ma il comune di Fara non bastava per bacino d’utenza e pertanto sono andati in piazza a Salcedo (paese confinamene in cui il calcio non esiste ad alcun livello) ed hanno trovato un ottimo sostegno. E’ stata fatta una cena con i parroci dei tre paesi e, dopo la loro “benedizione”, si è partiti. Dopo il primo anno di prova il 2 marzo 2006 è stata costituita l’ASD LAKOTA CALCIO, una Società di Puro settore giovanile. Il nome è stato scelto in quanto risultava impossibile creare un nome utilizzando i nomi dei tre paesi e soprattutto per evidenziare i valori su cui punterà tutta l’attività calcistica dei giovani partecipanti. Infatti l’associazione LAKOTA CALCIO fonda su questi semplici e pochi principi:
LEALTA’ ---------RISPETTO------------- FRATERNITA’.
La particolarità del sodalizio sta nel fatto che i soci fondatori hanno fatto un accordo “di sangue” che fa in modo che il Presidente non sia mai rieleggibile e che sia nominato a turno per ogni paese; in tal modo ogni paese avrà un proprio residente presidente dei Lakota una volta ogni tanto. E così l’associazione prese il largo…..

E nel 2008 l'associazione si amplia e nel progetto LAKOTA entra anche il Lugo-Calvene.Così l'associazione potrà contare sul contributo di ben 5 parrocchie:Lugo, Fara, S.Giorgio, Salcedo e Calvene. Con tale estensione territoriale l'associazione potrà avere un numero sufficiente di bambini per coprire tutte le categorie: dai primi calci agli allievi.

Nel 2012 il progetto si completa con l'iscrizione alla LND della FIGC (precedentemente era Società di Puro Settore Giovanile) e la costituzione di una Prima Squadra che, ovviamente, partecipa al Campionato di Terza Categoria. •Nel 2015 la svolta. E’ stata proposta la fusione tra ASD LAKOTA CALCIO, ACD COSTABARAUSSE FARA, USCD SAN GIORGIO DI PERLENA e ACD LUGO CALVENE con le rispettive prime squadre al fine di costituire un’unica società. Il Lakota calcio ed il San Giorgio accettano, mentre il Lugo Calvene (per motivi economici) accetta solo sotto l’aspetto sportivo perché intende vendere il titolo di prima categoria per monetizzare. Il Costabarausse fara non accetta ritenendo il nome lakota non rappresentativo dei ns paesi.

Così nasce l’ASD LAKOTA PERLENA con 17 persone del direttivo rappresentanti tutti i 5 paesi . A marzo del 2016 il comune di Zugliano firma la convenzione con noi per la gestione del campo comunale di Zugliano…e così arriviamo a coprire anche questo bel paese.

Infine il 12/6/2018 la società viene trasformata in LAKOTA (Società Sportiva Dilettantistica a Responsabilità Limitata).

E COSI’ SI CONCLUDE LA COSTIITUZIONE DEL PROGETTO CALCIO LAKOTA con le magnifiche 7 parrocchie: LUGO, ZUGLIANO, FARA, S. GIORGIO, CALVENE, SALCEDO, GRUMOLO P.TE

 

Questi sono i regolamenti interni condivisi tra il direttivo e i misters. Uno per PICCOLI AMICI, PRIMI CALCI, PULCINI ed ESORDIENTI ed uno per GIOVANISSIMI, ALLIEVI, JUNIORES E PRIMA SQUADRA.

 

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 24 Ottobre 2018 16:47 )